Progetto Educativo Didattico 2009-2010 "Bambini all'arrembaggio!!"
Condividi su:  

Bambini all’arrembaggio!!

 

 

Scuola dell'Infanzia

“Giovanni XXIII”

Caldogno

 

Programmazione Didattica

Anno 2009/2010

Premessa

Il titolo scelto per la programmazione 2009/2010

“Bambini all'arrembaggio”,

rappresenta un viaggio nel mondo dei pirati

ed è lo sfondo fantastico che permette

di vivere esperienze motivanti

e dare senso e significato alle nuove scoperte.

Il galeone con tutto il suo equipaggio

sarà impegnato in un viaggio su diverse isole,

scoprendo di volta in volta qualcosa di nuovo.

Questo viaggio porterà i bambini a scoprire

che imparare cose nuove

e stare bene insieme agli altri rappresenta il vero TESORO!

 

   

 

DIMENSIONE VALORIALE

 

 

“La vita è simile ad un viaggio dove intendiamo far

scoprire ai bambini i propri talenti e inserirli in una

dinamica di domanda, di ricerca, di scoperta e di stupore.

Nella gioiosa esperienza del gruppo e

dell'amicizia tutto diventerà più facile e appassionante”

 

  

1° Unità di apprendimento:

 

ACCOGLIENZA

 

“Imbarchiamoci…sciogliamo gli ormeggi”

 

 

 

CAMPI DI ESPERIENZA:

Il sé e l'altro

Esplorare, conoscere e progettare.

 

 

TRAGUARDO PER LO SVILUPPO DELLA COMPETENZA:

  • Sviluppare il senso dell'identità personale, la consapevolezza delle proprie esigenze e dei propri sentimenti;
  • Seguire regole di comportamento.

 

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO:

3 anni:

  • Il bambino stabilisce un rapporto sereno con l’ambiente e l’insegnante

4 anni:

  • Il bambino sa orientarsi nello spazio-scuola;

5 anni:

  • Aiutare il bambino a favorire il raggiungimento dell'autonomia nella routine;

 

ATTIVITA':

  • Sono della sezione...;
  • Ci siamo tutti?;
  • Coppie;
  • Alla scoperta della scuola;
  • Giochi di conoscenza;
  • Prime regole: “Il codice d’onore dei pirati”
  • Filastrocche (Un saluto dal pirata Barbanera, Giorni della settimana)
  • Momenti di routine (sequenze)
  • Momenti di preghiera (Martedì insieme);
  • Festa dell'accoglienza MARTEDI' 13 OTTOBRE:
  • sorpresa= bandana e partenza verso “l’isola delle sorprese”
  •  simbolo= dono della bandana
  • uscita al fiume Bacchiglione e arrivo del forziere con all’interno la mappa.
  • Festa dei nonni. Canzone :”viva i nonni”

 

 

 

METODOLOGIA:

  • Dalla conversazione per accogliere le conoscenze dei bambini; a giochi di gruppo per favorire la conoscenza e la socializzazione; alle attività grafico-pittoriche per poi astrarre e per dare forma ed espressione alle esperienze vissute.

 

 

 

SOLUZIONI ORGANIZZATIVE:

  • ETA': 3, 4, 5 anni;
  • SPAZI: Ambienti scolastici, territorio, chiesa, altri ed eventuali luoghi d'incontro
  • TEMPI: Metà Settembre – Metà Ottobre
  • MATERIALI: Video, libri, cd musicali, dvd, materiali strutturati e non...

 

MODALITA’ DI VERIFICA – mi aspetto che:

3 anni:

  • I bambini salutino in modo sereno i genitori;
  • I bambini conoscano le regole della scuola.

4 anni:

  • I bambini conoscano le regole della scuola;
  • I bambini raccontino alcune esperienze;
  • I bambini sappiano orientarsi nello spazio-scuola.

5 anni:

  • I bambini conoscano le regole della scuola;
  • I bambini raccontino alcune esperienze;
  • I bambini sappiano orientarsi nello spazio-scuola.;
  • I bambini raggiungano l'autonomia nelle azioni di routine.

 

 

 

2° Unità di apprendimento:

 

“L’isola delle sorprese”

 

 

CAMPI DI ESPERIENZA:

La conoscenza del mondo naturale

Il sé e l'altro.

 

 

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLA COMPETENZA:

  • Cogliere le trasformazioni naturali;
  • Esprimersi attraverso il gioco, il disegno e altre attività manipolative;
  • Conoscere le diverse parti del corpo su di sé sugli altri e su una immagine.
  • Sviluppare un repertorio linguistico adeguato alle esperienze.

 

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO:

3anni:

  • Il bambino rileva elementi della stagione autunnale ed alcune delle sue caratteristiche;
  • Il bambino riconosce alcune caratteristiche di chi vive nel galeone;
  • Il bambino indica i più importanti elementi corporei necessari per ricostruire la figura umana.

4anni:

  • Il bambino rileva elementi della stagione autunnale e descrivere verbalmente ciò che vede;
  • Il bambino riconosce alcune caratteristiche di chi vive nel galeone;
  • Il bambino denomina e rappresenta le parti mancanti in una figura umana;

5anni:

  • Il bambino rileva elementi della stagione autunnale e operare operazioni di raggruppamento secondo uno o più criteri dati
  • Il bambino ordina gli elementi secondo un criterio dato;
  • Il bambino sperimenta la creatività utilizzando elementi e materiali naturali;
  • Il bambino riconosce, descrivere e denominare i componenti del galeone utilizzando un lessico appropriato.

 

  

ATTIVITA':

        Piccoli

  • Storia: “L'albero che non conosceva l'autunno”;
  • Giochi e attività alla scoperta dei colori fondamentali;
  • Arrivo del diario di bordo (interviste, disegni, racconti, canzoni);
  • Giochi mimici, filastrocche, immagini da ricomporre per conoscere ed individuare le parti della figura umana;
  • Caccia al tesoro.

 

Medi

  • Storia: “L'albero che non conosceva l'autunno”;
  • Autunno: caratteristiche e colori;
  • Giochiamo con il corpo: giochi motori, di travestimento-trucco, di ruolo;
  • Libretto con i componenti del galeone dove vengono rilevati i ruoli e le loro diverse caratteristiche;
  • Caccia al tesoro.

 

Grandi

  • Storia: “L'albero che non conosceva l'autunno”;
  • Autunno: caratteristiche e colori secondari;
  • Giochi motori per affinare la conoscenza dello schema corporeo;
  • Libretto con i componenti del galeone dove vengono rilevati e denominati i ruoli e le loro diverse caratteristiche;
  • Similitudine tra ambiente scuola- galeone;
  • Caccia al tesoro.

 

METODOLOGIA:

  • I bambini partendo dalla interpretazione dei simboli, effettuano previsioni, ipotesi passando poi alla sperimentazione e successivamente alla simbolizzazione del vissuto attraverso attività manipolative e grafico – pittoriche.

 

SOLUZIONI ORGANIZZATIVE:

  • ETA': 3, 4, 5 anni;
  • SPAZI: Ambienti scolastici, territorio, chiesa, altri ed eventuali luoghi d'incontro
  • TEMPI: Metà Ottobre – Novembre
  • MATERIALI: Video, libri, cd musicali, dvd, materiali strutturati e non...

 

VERIFICA -mi aspetto che:

3 anni:

  • I bambini denominino e riconoscano i componenti del galeone
  • I bambini accettino di indossare alcuni elementi caratteristici dei pirati come la bandana.

4 anni:

  • I bambini denominino e riconoscano i componenti del galeone
  • I bambini accettino di indossare alcuni elementi caratteristici dei pirati come la bandana;
  • I bambini accettino di manipolare ed utilizzare materiali e tecniche diverse.

5 anni:

  • I bambini denominino e riconoscano i componenti del galeone
  • I bambini accettino di indossare alcuni elementi caratteristici dei pirati come la bandana;
  • I bambini accettino di manipolare ed utilizzare materiali e tecniche diverse.

 

 

 

3°Unità di apprendimento:

”L’isola della Pace:orientati dalla stella”

 

CAMPI DI ESPERIENZA:

Esplorare, conoscere e progettare

Il sé e l'altro

La conoscenza del mondo.

 

TRAGUARDO PER LO SVILUPPO DELLA COMPETENZA:

  • Essere curiosi esplorativi, porre domande, discutere, confrontare ipotesi.

 

  • OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO:

3anni:

  • Il bambino compie osservazioni sull'alternanza tra giorno e notte;

4anni:

  • Il bambino compie osservazioni sull'alternanza giorno – notte e raccontare ciò che si vede;

5anni:

  • Il bambino descrive e rappresenta la successione degli eventi della giornata.

 

ATTIVITA':

Piccoli:

  • giorno e notte come presenza di luce-buio nei racconti di esperienze, osservazioni di quanto accade, rilevazione dei cambiamenti ambientali;
  • sequenza della giornata PRIMA E DOPO

(le cose che si fanno di giorno e le cose che si fanno di notte);

  • concetti topologici (alto-basso, sopra-sotto, dentro-fuori).

 

Medi

  • giorno e notte (stelle);
  • sequenza della giornata (TRE SEQUENZE – Giornata Personale);
  • concetti topologici (sopra-sotto, alto-basso, vicino-lontano, davanti-dietro, dentro-fuori).

Grandi

  • giorno e notte ;
  • sequenza della giornata (QUATTRO SEQUENZE – Giornata Personale);
  • concetti topologici (aperto-chiuso, alto-basso, vicino-lontano, davanti-dietro, dentro-fuori, al centro-ai lati, in alto-in basso).

 

METODOLOGIA:

  • Dalla osservazione e dallo sperimentare l’ambiente naturale (il cielo) alla conversazione e alla raccolta delle osservazioni dei bambini; con utilizzo di giochi di gruppo, mimi, danze e filastrocche per scoprire gli elementi considerati. Attraverso le azioni della giornata, i bambini consolideranno la conoscenza dei concetti topologici. Rappresentazione delle esperienze vissute attraverso attività grafico-pittoriche.

 

SOLUZIONI ORGANIZZATIVE:

  • ETA': 3, 4, 5 anni.
  • SPAZI: Ambienti scolastici, territorio, chiesa, altri ed eventuali luoghi d'incontro.
  • TEMPI: Metà Novembre – Dicembre.
  • MATERIALI: Video, libri, cd musicali, dvd, materiali strutturati e non...

 

 

 

MODALITA' DI VERIFICA – mi aspetto che:

3 anni:

  • I bambini raccontino alcune esperienze;
  • I bambini abbiano una maggiore consapevolezza del proprio corpo e lo sappiano rappresentare: omino “testone”
  • I bambini intuiscano la successione di un evento e associno le cause agli effetti;
  • I bambini amplino il loro vocabolario.

4 anni:

  • I bambini raccontino alcune esperienze;
  • I bambini abbiano una maggiore consapevolezza del proprio corpo e lo sappiano rappresentare: arti collocati nel corpo;
  • I bambini intuiscano la successione di un evento e associno le cause agli effetti;
  • I bambini amplino il loro vocabolario.
  • I bambini sappiano esporre delle ipotesi;
  • I bambini riconoscano alcune feste.

5 anni:

  • I bambini raccontino alcune esperienze;
  • I bambini intuiscano la successione di un evento e associno le cause agli effetti;
  • I bambini amplino il loro vocabolario.
  • I bambini sappiano esporre delle ipotesi;
  • I bambini riconoscano alcune feste.
  • I bambini abbiano una maggiore consapevolezza del proprio corpo e lo sappiano rappresentare: la figura in modo completo e da diversi punti di vista (movimento).

 

 

4° Unità di apprendimento:

“L’isola delle trasformazioni”

Illuminati dal faro

 

CAMPI DI ESPERIENZA:

Linguaggi, creatività, espressioni;

I discorsi e le parole;

Il sé e l'altro.

 

TRAGUARDO PER LO SVILUPPO DELLA COMPETENZA:

  • Esplorare i materiali che ha a disposizione e utilizzarli con creatività.
  • Inventare storie ed esprimersi attraverso diverse forme di rappresentazione e drammatizzazione.

 

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO:

3anni:

  • Il bambino accetta di partecipare ai giochi di trasformazione;
  • Il bambino dà un nome al personaggio che interpreta;
  • Il bambino riconosce e denomina le forme geometriche (rotondo – quadrato)
  • Il bambino sa riconoscere forme chiuse da forme aperte.

4anni:

  • Il bambino usa il proprio corpo come mezzo di comunicazione;
  • Il bambino drammatizza e verbalizza semplici situazioni;
  • Il bambino riconosce e denomina le forme geometriche.

5anni:

  • Il bambino improvvisa ruoli e situazioni utilizzando il proprio corpo;
  • Il bambino interviene creativamente su un oggetto per trasformalo;
  • Il bambino riconosce e denomina le forme geometriche.

ATTIVITA':

Piccoli

  • inverno: caratteristiche e colori;
  • carnevale: mi trasformo e trasformo;
  • creo con le forme geometriche;
  • veglia e cammino quaresimale.

Medi

  • inverno: caratteristiche e colori;
  • carnevale: mi trasformo e trasformo;
  • creo con le forme geometriche;
  •  veglia e cammino quaresimale.

Grandi

  • inverno: caratteristiche e colori;
  •  carnevale: mi trasformo e trasformo;
  • creo con le forme geometriche ;
  • veglia e cammino quaresimale.

 

METODOLOGIA:

  • Dalla osservazione e dallo sperimentare l'ambiente naturale (inverno) alla conversazione e alla raccolta delle osservazioni dei bambini; con utilizzo di giochi di gruppo, mimi, danze e filastrocche per scoprire il carnevale e le forme geometriche. Rappresentazione delle esperienze vissute attraverso attività grafico – pittoriche e verbali.

 

SOLUZIONI ORGANIZZATIVE:

  • ETA': 3, 4, 5 anni;
  • SPAZI: Ambienti scolastici, territorio, chiesa, altri ed eventuali luoghi d'incontro;
  • TEMPI:gennaio-metà aprile ;
  • MATERIALI: Video, libri, cd musicali, dvd, materiali strutturati e non...

 

VERIFICA -mi aspetto che:

3 anni:

  • I bambini conoscano e denominino le figure geometriche;
  • I bambini accettino di trasformarsi attraverso il gioco simbolico
  • I bambini sappiano riordinare una sequenza e raccontare ciò che vedono raffigurato;
  • I bambini sappiano utilizzare la loro creatività per produrre oggetti.

4 anni:

  • I bambini conoscano e denominino le figure geometriche;
  • I bambini accettino di trasformarsi attraverso il gioco simbolico
  • I bambini sappiano riordinare una sequenza e raccontare ciò che vedono raffigurato;
  • I bambini sappiano utilizzare la loro creatività per produrre oggetti.

5 anni:

  • I bambini conoscano e denominino le figure geometriche;
  • I bambini accettino di trasformarsi attraverso il gioco simbolico
  • I bambini sappiano riordinare una sequenza e raccontare ciò che vedono raffigurato;
  • I bambini sappiano utilizzare la loro creatività per produrre oggetti.

 

  

5° Unità di apprendimento:

“Da pirati a capitani”

 

CAMPI DI ESPERIENZA:

Linguaggi, creatività, espressione

I discorsi e le parole

La conoscenza del mondo

Il sé e l'altro

 

TRAGUARDO PER LO SVILUPPO DELLA COMPETENZA:

  • Saper raggruppare e ordinare secondo criteri diversi, confrontare e valutare quantità; utilizzare semplici simboli per registrare; compiere misurazioni mediante semplici strumenti.

 

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO:

3anni:

  • Il bambino conosce alcune caratteristiche stagionali;
  • Il bambino raggruppa secondo un criterio dato;
  • Il bambino confronta quantità.

4anni:

  • Il bambino conosce alcune caratteristiche stagionali;
  • Il bambino raggruppa e ordina secondo un criterio dato;
  • Il bambino confronta quantità;
  • Il bambino si avvicinai con curiosità al mondo dei numeri fino al 5.

5anni:

  • Il bambino conosce alcune caratteristiche stagionali;
  • Il bambino raggruppa e ordina secondo un criterio dato;
  • Il bambino confronta e valuta quantità;
  • Il bambino rappresenta graficamente percorsi;
  • Il bambino si avvicina con curiosità al mondo dei numeri fino al 9.

ATTIVITA':

Piccoli

  • primavera: caratteristiche e colori;
  • le quantità pochi e molti;
  • Uscita didattica nel territorio ;
  • Festa della Mamma;
  • Gita.

Medi

  • primavera: caratteristiche e colori;
  • filastrocca dei numeri e giochi con le quantità ( uno- pochi-molti);
  • Uscita didattica nel territorio;
  • Festa della Mamma;
  • Gita.

Grandi

  • primavera: caratteristiche e colori;
  • filastrocca dei numeri e giochi con le quantità;
  • mappa del nostro percorso fatto;
  • Uscita didattica nel territorio;
  • gita;
  • Festa della Mamma;
  • Ed stradale: patentino;
  • Continuità Educativa con la scuola Primaria.

 

METODOLOGIA:

  • Dall’evento culturale e ludico della gita alla proposta di giochi di esplorazione della dimensione grafica (pre-scrittura) uniti a giochi creativi con materiale di recupero, ad attività grafico –pittoriche per arrivare alla  simbolizzazione.

 

 

 

 

SOLUZIONI ORGANIZZATIVE:

  • ETA': 3, 4, 5 anni;
  • SPAZI: Ambienti scolastici, territorio, chiesa, altri ed eventuali luoghi d'incontro;
  • TEMPI:metà aprile-maggio ;
  • MATERIALI: Video, libri, cd musicali, dvd, materiali strutturati e non...

 

VERIFICA -mi aspetto che:

3 anni:

  • I bambini sappiano svolgere attività logiche e matematiche;
  • I bambini sappiano riordinare una sequenza e raccontare ciò che vedono raffigurato.

4 anni:

  • I bambini sappiano svolgere attività logiche e matematiche;
  • I bambini sappiano riordinare una sequenza e raccontare ciò che vedono raffigurato;
  • I bambini sappiano giocare con le parole.

5 anni:

  • I bambini sappiano svolgere attività logiche e matematiche;
  • I bambini sappiano riordinare una sequenza e raccontare ciò che vedono raffigurato;
  • I bambini sappiano giocare con le parole.

 

Didattica Servizi Documenti Contatti
• Organigramma
• Le Nostre Regole
• Organizzazione della Giornata
• ORGANIZZAZIONE PRIMI GIORNI DI SCUOLA
• Galleria immagini
• Articoli
• Calendario scolastico
• Mensa
• Retta e Costi Laboratori 2017/2018
• Angolo Musicale
• Biblioteca per Genitori
• Orari segreteria
• Pre-iscrizioni per i bambini non ancora frequentanti
• servizi di anticipo e posticipo
• PSICOMOTRICITA'
• Piano offerta formativa trienni 2016/2019
• Delega ritiro bambini
• Indirizzo, mappa
e contatti

News
serata onda therapy
    MARTEDI’ 21 NOVEMBRE 2017   SE...
RICAVATO VENDITA DEI DOLCI
La vendita dei dolci è stata un grande successo! Son...

Iscriviti
Iscriviti alla newsletter per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità!

Link
Biblioteca di Caldogno Comune di Caldogno FISM (Federazione Italiana Scuole Materne)

Citazione random
“L’uomo da solo è un nulla, ma se confida in Dio diventa tutto.”
— Gandhi



Scuola dell’Infanzia Giovanni XXIII - Via Marconi, 76 - Caldogno 36030 - Tel/fax 0444/585020 - infanziacaldogno@virgilio.it